News

Pedala, Firenze ti premia!

Fino a 30€ al mese per chi usa la bici per i suoi spostamenti in città: parte uno dei progetti pilota del nostro percorso partecipativo. Domande al via dal 13 maggio.

Fino a 20 centesimi per chilometro percorso e 30€ al mese, con premi fino a 100 euro per chi percorre più strada.

E’ il progetto ‘Pedala, Firenze ti premia’, il risultato di uno dei quattro progetti elaborati insieme ai membri dell’Assemblea cittadina per il clima e alle organizzazioni aderenti nell’ambito del nostro percorso partecipativo di Firenze per il clima. Gli altri tre progetti pilota riguardano le comunità energetiche rinnovabili, un centro di riuso ed emporio solidale, e la cittadinanza attiva per la cura del verde urbano.

L’obiettivo? Promuovere la bici – anche elettrica – per gli spostamenti cittadini in cambio di un contributo mensile.

La date da ricordare

  • 13 maggio: da questa data sarà possibile prenotare il kit scaricando l’app di Pin Bike e compilando la domanda di partecipazione
  • 20 maggio: si potrà poi ritirare il kit presso gli URP dei quartieri
  • 3 giugno 2024 – 2 giugno 2025: ora si pedala!

L’impegno del Comune di Firenze per la mobilità

Questa iniziativa, finanziata con un milione e 200 mila euro, è stata presentata dall’Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica Andrea Giorgio e dall’Assessora all’educazione Sara Funaro nel corso di una conferenza stampa insieme ai presidenti dei Quartieri e a rappresentanti di alcuni dei nostri sostenitori, fra cui Pin Bike, Legambiente, Firenze ciclabile e Bycs.

“E’ una svolta per la mobilità ciclabile in città ed un progetto di cui sono davvero orgoglioso perché introduce l’idea che chi utilizza la bici non solo fa un favore a se stesso – perché risparmia soldi, tempo e fa bene alla salute – ma fa un favore alla città tutta ed ecco perché sarà premiato. Sarà fondamentale ora coinvolgere nel progetto le scuole, l’università, le aziende, per allargare il numero dei partecipanti e spingere sempre più la mobilità ciclabile”

Andrea Giorgio, Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica

Non è la prima volta che il Comune di Firenze propone degli incentivi alla mobilità: questi ultimi infatti si aggiungono al bonus TPL, agli abbonamenti gratuiti per gli studenti, e a quelli per il ricambio dei mezzi più inquinanti, a dimostrazione dell’impegno del Comune per il miglioramento della qualità dell’aria e per una nuova mobilità con meno traffico e inquinamento, a partire dalle nuove tranvie che si stanno realizzando.

“È un progetto molto bello che permetterà ai ragazzi, in un momento importante e particolare della loro vita, ovvero il compimento dei 18 anni, di essere stimolati all’uso della bicicletta, un mezzo ecologico che fa bene alle persone e all’ambiente, per compiere il tragitto da casa a scuola o da casa al lavoro. Invieremo una lettera a tutte le scuole perché, come Comune, vogliamo installare le rastrelliere negli spazi interni o esterni, qualora ne abbiano bisogno e per agevolare ancora di più i ragazzi nell’utilizzo delle due ruote. Vogliamo inoltre proseguire con il lavoro di confronto e sensibilizzazione sui temi ambientali che da anni portiamo avanti con le scuole”.

Sara Funaro, Assessora all’educazione

Come funziona

Destinatari:

Potranno partecipare tutti i cittadini – lavoratori o studenti – con più di 18 anni di età:

  • residenti o domiciliati a Firenze che studiano o lavorano a Firenze;
  • residenti o domiciliati a Firenze che lavorano o studiano nei Comuni dell’agglomerato ovvero Bagno a Ripoli, Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa;
  • residenti o domiciliati nei Comuni dell’agglomerato che studiano o lavorano a Firenze

Tragitto: Si potranno impostare fino a due percorsi casa/ scuola e casa/lavoro per venire incontro alle esigenze di chi ha più sedi di studio o lavoro. Sarà inoltre promosso l’uso della bici sugli altri spostamenti con destinazione generica (purché svolti dai cittadini di Firenze all’interno del proprio Comune dal lunedì al venerdì), riducendo così l’utilizzo dei mezzi a motore.

Kit: Il progetto si basa su un kit realizzato da Pin Bike e composto da un dispositivo hardware bluetooth che certificherà l’effettivo utilizzo della bicicletta, oltre a un supporto smartphone da manubrio e da luci di segnalazione.

Biciclette: Sarà possibile utilizzare sia biciclette ordinarie sia quelle a pedalata assistita. Proprio per queste ultime, e-Bike e Cargo-Bike, il Comune procederà con incentivi all’acquisto a partire da giugno.

Erogazione: Gli incentivi saranno erogati tramite bonifico bancario ed accreditati sul conto corrente. I rimborsi saranno di due tipi diversi per chi abbandona un mezzo inquinante a favore della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola/Università e per chi abitualmente già la utilizza.
In particolare, chi abitualmente utilizza mezzi a motore e passerà alla bici per gli spostamenti sul percorso casa-lavoro e casa-scuola/Università avrà 20 centesimi di euro a chilometro ai quali si potranno aggiungere 5 centesimi di euro per ogni chilometro su percorsi generici, purché interni al Comune di Firenze. L’importo massimo maturabile sarà pari a 2 euro al giorno e 30 euro al mese.
Chi invece già utilizzava la bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola/Università avrà invece diritto a 15 centesimi di euro a chilometro e 5 centesimi di euro per chilometro sui percorsi generici.

L’importo massimo maturabile sarà pari a 1,20 euro al giorno e 30 euro al mese.
Oltre a questo, ogni mese saranno disponibili premi fino a 100 euro per i 200 utenti che avranno accumulato più punti in App con azioni virtuose (km pedalati, partecipazione ad eventi e questionari ecc). Ogni partecipante, nell’arco del progetto, potrà ricevere premi aggiuntivi mensili fino a un massimo di 200 euro.