News

I risultati della prima fase di Firenze per il clima

Le tappe e i risultati del percorso partecipativo verso la neutralità climatica
Firenze per i lcima percorso

Si chiude oggi la prima fase di “Firenze per il Clima”, il percorso di partecipazione promosso dal Comune di Firenze per coinvolgere cittadini e stakeholder nella transizione ecologica della città.

Quali sono state le tappe principali e i risultati ottenuti finora?

firenze-per-il-clima

Perché un percorso di partecipazione

Nel 2022, Firenze è stata selezionata fra le 100 città europee dalla missione Europea per diventare climaticamente neutrali entro il 2030 (riduzione delle emissioni inquinanti oltre l’80% ).

Firenze per il clima vuol far partecipare cittadini e organizzazioni a questa missione, perché per vincere la sfida climatica ci vuole una città intera.

Gli OBIETTIVI del percorso sono:

  • Aumentare la consapevolezza di cos’è il cambiamento climatico e quali impatto ha sulle vite di tutti. 

  • Trasformare cittadini e organizzazioni in agenti attivi del cambiamento attraverso il sito internet, incontri di co-progettazione, eventi pubblici, questionari.

  • Innovare gli strumenti di partecipazione democratica attraverso l’istituzione pilota della prima Assemblea Cittadina per il Clima.
Firenze per il clima obiettivi

Il RISULTATO di questo percorso

sarà una strategia condivisa ed un piano di azione integrato che i soggetti coinvolti si impegnano ad attuare assieme all’Amministrazione Comunale per sostenere e migliorare il percorso di  decarbonizzazione e di sviluppo urbano sostenibile di Firenze.

I NUMERI

0
organizzazioni hanno deciso di aderire a Firenze per il clima attraverso un form online
0
cittadini hanno risposto al questionario online sul PON metro
0
residenti e pendolari hanno costituito la prima Assemblea pilota per il clima di Firenze
0
I rappresentanti di organizzazioni che hanno partecipato ai nostri incontri

Il percorso di Firenze per il clima e l’animazione di tutti gli incontri sono stati facilitati da LAMA Impresa Sociale.

EVENTO

Evento di lancio 

Il 3 novembre a Palazzo Vecchio ha preso il via ufficialmente Firenze per il clima, dove abbiamo gettato le basi della co-progettazione fra Amministrazione, organizzazioni e cittadini.

I partecipanti si sono riuniti in gruppi di lavoro insieme ad esperti e tecnici del Comune per conoscere le principali iniziative pubbliche sui temi cruciali della transizione ecologica quali mobilità, ambiente urbano, energia ed economia circolare e confrontarsi sui bisogni per una città più vivibile e più sostenibile.

EVENTO

La creazione di un calendario condiviso

L’incontro online del 10 novembre ha visto come protagoniste quelle realtà del territorio sostenitrici di Firenze per il clima o interessate a diventarlo, in particolare quelle che sono impegnate nella divulgazione di temi legati al clima.

7️7 rappresentanti di associazioni di categoria, sindacati, imprese, enti pubblici e del terzo settore e gruppi organizzati di cittadini hanno risposto alla chiamata, una vera comunità che contribuisce a tenere viva l’attenzione sulla più grande sfida del nostro tempo.

L’obiettivo è stato creare sinergie e innescare collaborazioni tra di loro.

Solo con una comunità coesa sarà possibile dare vita a un movimento efficace, capace di promuovere una transizione giusta che duri nel tempo e che sappia trasformare Firenze in una città più equa e sostenibile.

Risultato: abbiamo dato vita ad un vero e proprio calendario condiviso di eventi.

EVENTO

Arricchire il portfolio di azioni per la neutralità climatica del Comune di Firenze

Il 16 novembre e il 30 novembre 2023 si sono tenuti due incontri che hanno visto la partecipazione totale di 87 rappresentanti di associazioni di categoria, sindacati, imprese, enti pubblici, enti del terzo settore e gruppi organizzati di cittadini.

L’obiettivo è stato conoscere le tante organizzazioni attive sul territorio e le azioni di mitigazione che stanno già portando avanti, ma anche raccogliere proposte concrete ad integrazione del portfolio di azioni per il clima della città di Firenze.

I partecipanti si sono divisi in sottogruppi tematici su energia, mobilità, ambiente urbano, economia circolare e sprechi (nell’incontro del 16 novembre) e misti (nell’incontro del 30 novembre) in modo da attivare le competenze e le idee di ciascuno.

 

Risultato: i partecipanti hanno “messo in fila” fino al 2030 una serie di azioni suggerite come prioritarie per la neutralità climatica della città, da sottoporre all’Amministrazione comunale.

EVENTO

L’Assemblea cittadina per il clima – fase pilota

L’Assemblea pilota si è riunita due volte, nei giorni 23 novembre e 6 dicembre 2023, nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, intervallate da un incontro intermedio svoltosi online il 29 novembre.

COMPOSIZIONE

I 100 cittadini che compongono la prima Assemblea cittadina per il clima di Firenze sono stati selezionati attraverso un campionamento casuale stratificato per genere, età e quartiere di residenza, a cui si aggiungono alcune condizioni di rappresentanza per le categorie più vulnerabili della popolazione, in base al principio della giustizia climatica, approcciata attraverso una doppia chiave di lettura: una sociale, l’altra intergenerazionale. 

0
partecipanti selezionati a partire da 10.000 cittadini estratti a sorte
RAPPRESENTATIVA:
0
residenti scelti con campionamento casuale stratificato per genere, età e quartiere
+ 0
non residenti che frequentano abitualmente la città per studio o lavoro
INTER-GENERAZIONALE:
0
residenti in fascia di età 15-29
GIUSTA:
0
residenti individuati da categorie sociali svantaggiate

OBIETTIVI

  1. condividere le strategie comunali già implementate e in programma e coinvolgere la cittadinanza nel percorso verso la neutralità climatica, rendendoli attori consapevoli della sfida climatica

  2. arricchire l’analisi dei bisogni e delle azioni previste dall’Amministrazione per una transizione ambientale giusta e inclusiva

  3. proporre azioni utili a contrastare il cambiamento climatico che possono essere promosse anche da stakeholder e cittadini, integrabili al portfolio di Firenze per il clima

INTERVENTI

Dario Nardella - Sindaco
“Un esperimento di innovazione democratica primo nel suo genere che ha l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza nelle scelte sul futuro sostenibile della città”
Andrea Giorgio - Assessore all’Ambiente e alla Transizione Ecologica
“I cittadini sono i veri protagonisti della strategia climatica della città e l'Assemblea è il luogo dove raccogliere le loro idee per una transizione che sia giusta e inclusiva”
Ferdinando Cotugno - Giornalista
Il giornalista esperto di clima e ambiente Ferdinando Cotugno si è collegato alla seconda seduta dell’Assemblea in diretta dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (COP28) di Dubai, ispirando i partecipanti sulla natura globale della sfida climatica.
Previous slide
Next slide

COME SI SONO SVOLTI I LAVORI

Le attività dell’Assemblea cittadina sono state progettate in modo da stimolare e facilitare un processo di informazione, confronto e sviluppo di proposte.

I componenti dell’Assemblea hanno beneficiato del supporto di facilitatori, esperti tecnico-scientifici, tecnici referenti dell’Amministrazione Comunale, e di alcune delle organizzazioni sostenitrici di Firenze per il clima.

In un primo momento, i partecipanti hanno scelto uno dei quattro gruppi tematici a cui partecipare tra energia, mobilità, ambiente urbano, economia circolare e sprechi, identificando gli ostacoli che impediscono l’adozione di comportamenti sostenibili; successivamente, hanno elaborato proposte per interventi di decarbonizzazione della città attuabili nel breve-medio periodo, sia a livello pubblico che privato.

Assemblea cittadina per il clima firenze

Trasversalmente ai quattro temi, sono emerse di proposte che si caratterizzano per la lotta alle disuguaglianze e per la tutela delle fasce vulnerabili della società.

Ogni gruppo ha selezionato una proposta che ha poi presentato in plenaria e il risultato dei voti è contenuto in un report che potrete leggere a breve.

Il percorso prosegue

Alla luce dei risultati positivi delle attività realizzate finora, il percorso prosegue nel 2024 con nuove iniziative. Seguiteci per maggiori informazioni