News

Firenze per il Clima: i primi risultati del percorso cittadino per un futuro a emissioni zero.

L'evento di presentazione dei risultati raggiunti fino ad oggi da Firenze per il clima é stata l'occasione per ritrovare i protagonisti del percorso e condividere il primo esito di questo viaggio collettivo.

Il 29 maggio 2024, il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio ha ospitato l’evento di presentazione dei risultati raggiunti fino ad oggi da Firenze per il clima, il percorso partecipativo della città verso la neutralità climatica, per fare un primo bilancio delle tante iniziative messe in campo in questi mesi.

Oltre all’Assessore all’Ambiente e alla transizione ecologica Andrea Giorgio, all’Ufficio scolastico Provinciale e ai tecnici del Comune di Firenze , l’iniziativa ha visto la partecipazione di molti dei protagonisti di questo viaggio collettivo, fra cui membri dell’Assemblea per il clima, i rappresentanti delle organizzazioni sostenitrici e i giovani studenti “Portavoce“.

Firenze per il Clima non è solo un progetto, ma un percorso che coinvolge l’intera città in un viaggio verso la sostenibilità, ha ricordato Andrea Giorgio, Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica del Comune di Firenze. I risultati raggiunti finora testimoniano non solo la serietà dell’Amministrazione comunale, ma anche l’importanza della partecipazione collettiva. Firenze sta dimostrando che il cambiamento è possibile, e che ogni cittadino può contribuire a costruire una città più sostenibile a partire dalle proprie abitudini, idee e proposte. 

Andrea Giorgio – Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica

Ha aperto i lavori Francesca Mazzocchi, Presidente di LAMA Impresa Sociale, che ha accompagnato il Comune di Firenze nell’organizzazione ed avvio del percorso di partecipazione Firenze per il clima. 

L’impegno del Comune di Firenze parte da lontano e conta su risultati già molto significativi: dal 2005 al 2019, le emissioni a Firenze sono scese del 44,8% pro capite e del 43,3% in valori assoluti. Ma per raggiungere la neutralità climatica – ha aggiunto Mazzocchi – serve il  contributo di tutta la cittadinanza e i risultati di Firenze per il clima ad oggi – che si distinguono per la qualità e serietà delle proposte elaborate – dimostrano l’importanza dell’impegno collettivo per affrontare le sfide del cambiamento climatico. 

Francesca Mazzocchi – LAMA Impresa Sociale

Il Patto Climatico Cittadino (Climate City Contract)

Elena Aversa, referente della task force climatica del Comune di Firenze ha illustrato le tappe che hanno portato all’approvazione del Patto Climatico Cittadino, ovvero gli impegni e le azioni della città che mirano a ridurre dell’81% le emissioni sul territorio assieme ad una compensazione del 19%, per un totale del 100% di neutralità al 2030.

Elena Aversa – Comune di Firenze

Prima fra le 9 città italiane della Missione EU assieme a Parma, Firenze ha ricevuto il 21 marzo 2024 la certificazione “EU Mission Label” a seguito dell’approvazione del Patto Climatico Cittadino da parte della Commissione Europea. Un riconoscimento importante per l’implementazione di azioni concrete di decarbonizzazione.

Scopri di più sul Patto Climatico Cittadino

La certificazione “EU Mission Label” ottenuta da Firenze il 21 marzo 2024

I Risultati

Dario Marmo di Lama Impresa Sociale ha presentato le principali attività e i risultati ottenuti in questi mesi di attività, coadiuvato da tre protagonisti del percorso Firenze per il clima che hanno portato la loro testimonianza diretta:

  • Malvina Gjonaj – Assemblea per il clima
  • Jacopo Bardi – Sostenitori (Firenze30)
  • Alice Todaro – giovane Portavoce per il clima, scuole

Dario Marmo (LAMA), Malvina Gjonaj (Assemblea per il clima), Jacopo Bardi (Firenze 30), Alice Todaro (Portavoce)

Dopo l’organizzazione ed il lancio del percorso, da ottobre 2023 a maggio 2024, Firenze per il Clima ha messo in campo numerose iniziative che hanno visto la partecipazione attiva di oltre 600 persone tra cittadine e cittadini, organizzazioni sostenitrici e giovani delle Scuole Secondarie superiori della città. Ecco l’esito di questo percorso.

Sondaggio

Fra settembre e dicembre 2023, 2.270 persone hanno fatto il test per misurare la propria impronta carbonica e 3.350 persone hanno risposto al questionario per misurare il livello di conoscenza delle politiche cittadine sul clima.

Assemblea pilota cittadina per il clima

  • 100 Cittadini per un esperimento di innovazione democratica
  • 7 sedute in presenza e online tra novembre 2023 e maggio 2024
  • 4 temi cruciali per la transizione ecologica affrontati: Energia, Mobilità, Economia Circolare, Ambiente Urbano

L’Assemblea pilota cittadina per il clima è un esperimento di innovazione democratica, rappresentativa e intergenerazionale: composta da 100 persone estratte a sorte ma rappresentative della realtà cittadina, ha elaborato raccomandazioni e proposte utili a contrastare il cambiamento climatico e per una transizione giusta, in grado di superare le disuguaglianze e tutelare le fasce vulnerabili della società.

2023: l’Assemblea ha avviato una riflessione sugli ostacoli riscontrati dalla cittadinanza nel modificare gli stili di vita per diminuire le emissioni, che si è poi tradotta in un processo di generazione di idee e di costruzione di proposte trasversali ai macro-ambiti della transizione ecologica (energia, ambiente urbano, mobilità ed economia circolare) permettendo l’individuazione di 4 progetti bandiera.

2024: l’Assemblea si è quindi pronunciata con 4 raccomandazioni sui progetti bandiera del Comune di Firenze – uno per tema del percorso – che includono anche una serie di proposte integrative e quesiti di approfondimento.

Sostenitori

128 organizzazioni locali hanno aderito al percorso:

  • 87 sostenitori che organizzano eventi e momenti di approfondimento e informazione sul clima
  • 20 sostenitori impegnati a realizzare azioni concrete per mitigare gli effetti del cambiamento climatico
  • 16 sostenitori impegnati in entrambe le attività precedenti
  • 5 sostenitori che finanziano iniziative per la decabonizzazione

Scopri tutti i sostenitori

In pochi mesi, sono stati più di 100 gli eventi e le azioni organizzate dagli stakeholder aderenti, di cui 60 sono gli eventi promossi sul calendario condiviso di Firenze per il clima e 40 le azioni di mitigazione intraprese.

Anche i sostenitori sono stati attori attivi sui progetti bandiera proposti, presentando proposte integrative su quattro progetti attualmente in corso di implementazione da parte del Comune di Firenze.

Scuole e Giovani Portavoce

Il coinvolgimento degli studenti è stato fondamentale per allargare la platea dei partecipanti a Firenze per il clima, grazie ad un percorso dedicato ai giovani e alle scuole e la risposta ricevuta è stata assolutamente positiva: 7 Istituti di istruzione superiore hanno aderito al percorso insieme all’Università degli Studi di Firenze e 264 studentesse e studenti hanno partecipato agli incontri per conoscere le iniziative del Comune di Firenze per la transizione ecologica.

Scopri di più sul percorso nelle scuole

Fra di loro, 72 giovani hanno deciso di diventare portavoce per il clima e di portare a termine 5 progetti nella loro scuola o in città, per sensibilizzare i loro coetanei sulle sfide ambientali.

Scopri come sono andate nel video qui sotto.

Le città e l’Europa nella sfida climatica

Dopo la sessione di presentazione dei risultati, é intervenuta in video collegamento Elena Ricci, esperta di NetZeroCities per raccontare i prossimi passi che attendono la città di Firenze e tutte le altre città impegnate nella sfida per azzerare le emissioni.

Firenze è stata selezionata ad aprile 2022 tra le 100 città europee e le 9 italiane della Missione EU delle città verso le emissioni zero, un impegno che prevede lo sviluppo di un Patto Climatico Cittadino (Climate City Contract) dove descrivere le azioni previste per raggiungere la neutralità climatica e il piano di investimenti per raggiungere la neutralità climatica entro il 2030 da sviluppare per la città e con la città ed i suoi protagonisti (università, imprese, aziende partecipate,….e cittadini).

NetZeroCities é il braccio operativo della Missione Europea per le 100 città climaticamente neutrali e intelligenti ed entro la fine di quest’anno – ha spiegato Ricci – e tutte le città della Missione EU dovranno sottoporre il loro Patto Climatico alla Commissione Europea, per approvazione.

Per le città come Firenze che hanno già ricevuto la certificazione “EU Mission Label” da parte della Commissione, si passerà alla fase di implementazione delle attività descritte nei piani d’azione, con il possibile supporto dei partner finanziari e dalla Banca Europea per gli Investimenti.