News

Una città intera per la prima tappa di Firenze per il clima

Tanti i cittadini e le organizzazioni presenti venerdì 3 novembre nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio

Grazie ai tanti cittadini e organizzazioni presenti venerdì 3 novembre nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio per l’evento di lancio di Firenze per il clima, il percorso partecipativo del Comune di Firenze verso la neutralità climatica.

Nonostante l’alluvione che ha colpito alcune zone della Toscana alla vigilia dell’evento, l’iniziativa è stata comunque realizzata per rinforzare il messaggio che sia necessario agire ora e tutti insieme contro il cambiamento climatico, causa principale di questi ed altri fenomeni atmosferici dall’impatto devastante.

Quello che abbiamo visto in Toscana non è maltempo, ma crisi climatica.” – Andrea Giorgio, Assessore all’Ambiente e alla transizione ecologica

Dal 2010 al 2021, la temperatura media a Firenze è cresciuta di 1.1 gradi (dai 15 ai 16.1 gradi), i giorni di pioggia sono passati da 80 a 44 e nelle prime due settimane di luglio del 2022 l’indice di mortalità è aumentato in città del 22%.

Per questo, Firenze ha deciso essere una delle 100 città europee climaticamente neutrali entro il 2030 con una strategia che mira a raggiungere l’ambizioso obiettivo della riduzione delle emissioni dell’80% (rispetto al 2005, anno base della misurazione).

Il Comune di Firenze ha sempre avuto la volontà politica di stare in prima fila e di affrontare la crisi climatica, come illustrato da Alessandra Barbieri (Comune di Firenze – Direzione Generale Servizio Ricerca Finanziamenti e PON Metro).

L’obiettivo di Firenze per il clima è duplice: da un lato vuole sensibilizzare la cittadinanza sulle azioni intraprese dal Comune di Firenze e sull’impatto che i cambiamenti climatici hanno sulle nostre vite, e dall’altro punta a coinvolgere organizzazioni e cittadini affinché ciascuno faccia la propria parte.

In poco tempo, 76 organizzazioni hanno già deciso di aderire e più di 3000 cittadini hanno compilato il questionario sul PON Metro. Il percorso culminerà con l’Assemblea cittadina per il clima, un organo consultivo di innovazione democratica composto da 100 cittadini estratti a sorte e la cui prima seduta è prevista per il 23 novembre, come ha raccontato Alessandra Zagli di LAMA Impresa Sociale, che supporta il Comune di Firenze nella realizzazione del percorso di Firenze per il clima.

 

I partecipanti si sono poi ritrovati in gruppi di lavoro insieme ad esperti e tecnici del Comune per conoscere le principali iniziative pubbliche su  mobilità, ambiente urbano, energia ed economia circolare e confrontarsi su bisogni e azioni su cui cittadini, organizzazioni e Amministrazione possano lavorare insieme per una città più vivibile, più sostenibile, più pronta a ridurre e ad adattarsi ai cambiamenti climatici.

Questo è solo l’inizio. Il 10 novembre si è svolto il primo incontro online con le organizzazioni in cui abbiamo iniziato a co-progettare il calendario condiviso di iniziative sul clima. Il 16 novembre e il 30 novembre, incontreremo le organizzazioni che vogliono portare avanti azioni concrete di mitigazione per capire insieme come arricchire il portfolio per la neutralità climatica del Comune di Firenze. L’iscrizione è obbligatoria per entrambi gli eventi.

Guarda la registrazione degli interventi