Conosci

prendiamo sul serio la questione climatica

Un patrimonio di risorse per apprendere ed essere bene informati

Abbiamo fatto tanto ma occorre accelerare

Dal 2005 al 2019, le emissioni di CO2 e altri gas inquinanti a Firenze sono scese del 44,8% pro capite e del 43,3% in valori assoluti.

Un risultato che riguarda principalmente alcuni settori fra cui quelli della mobilità, dei servizi e dell’edilizia del settore residenziale. 

Efficienza energetica

-30% di consumo energetico degli edifici gestiti dal Comune (uffici, scuole, mercati, impianti sportivi) rispetto al 2005.

160 kW di impianti fotovoltaici a servizio degli edifici comunali.

Sperimentazione di sistemi innovativi per l’irrigazione di parchi e giardini.

efficienza energetica

Aree pedonali e mobilità dolce

Firenze ha l’area pedonale più estesa d’Italia (fra centro storico e le aree pedonali dei lungarni).

4.12 kmq di aree vincolate, pari a 1,14 mq pro capite.

110 km di piste ciclabili.

1 hub per 800 biciclette presso la stazione ferroviaria principale.

4.000 biciclette sono disponibili in modalità sharing, di cui 1.000 a pedalata assistita.

mobilità-lenta

Trasporto privato

Il tasso auto/abitante è pari a 0,548 al 2021 (366.718 residenti al 31 luglio 2023). 

Il 35% delle autovetture è di classe Euro 6 o a basse emissioni.

Ci sono 4,7 auto elettriche ogni 1000 veicoli.

10.000 mezzi circa, tra biciclette, monopattini, motorini ed automobili sono disponibili in modalità sharing.

trasporto-privato

Trasporto pubblico

Le nuove linee tranviarie hanno permesso di ampliare l’offerta di trasporto pubblico del 18%.

I bus a basse emissioni rappresentano l’83% di tutti i bus operanti in città.

il 16,7% dei bus operanti in città sono alimentati da fonti alternative (elettrico, idrogeno, gas naturale). 

Dal 2014 è attivo un servizio di e-ticketing.

Sono state promosse 70 licenze per taxi elettrici ed installate oltre 200 colonnine per veicoli elettrici.

È attiva l’APP IF – Firenze infomobilità, per essere sempre aggiornati sulla mobilità cittadina.

Illuminazione pubblica

L’efficientamento della rete di illuminazione è stato completato con l’installazione di lampade ad alta efficienza.

30.000 nuove luci a led ed equipaggiamento tecnologico in spazi pubblici (piazze, strade, giardini) hanno portato ad una riduzione del 40% dei consumi con un risparmio di 3.000 t di CO2 prodotte ogni anno (Fonte: www.firenzecambialuce.it).

Altre azioni innovative – come il sistema di illuminazione intelligente e altri servizi (videosorveglianza, Wi-Fi, accesso zone traffico limitato, sensori meteo) – contribuiscono ad ottimizzare i costi di gestione.

illuminazione-pubblica

Rifiuti

La raccolta totale dei rifiuti ammonta a circa 250.000 tonnellate all’anno.

Il 53% dei rifiuti viene raccolto separatamente e il 78% riciclato.

rifiuti

Acqua

Il consumo totale di acqua potabile è di 193 litri pro capite al giorno.

Il trend del consumo energetico è costantemente in decrescita negli ultimi 3 anni (2020: -4,5%
rispetto al 2019)

Le perdite d’acqua nella rete idrica sono diminuite, passando dal 40% nel 2018 al 33% nel 2020.

Dal 2006, una centrale idroelettrica da 2,4 MW sulla diga fornisce una produzione annua di 3,5GWh.

Il biogas prodotto dall’impianto di depurazione delle acque reflue è totalmente riutilizzato.

I 55 fontanelli attivi in città hanno già permesso di ridurre l’utilizzo della plastica ed il trasporto di acqua potabile con l’erogazione di 455.000 litri d’acqua potabile all’anno.

(Fonte: www.publiacqua.it)

acqua

Smart grid elettrica

Le Smart Grid sono reti elettriche che grazie all’intelligenza artificiale sono in grado di gestire con la massima efficienza i flussi di energia elettrica.

Potenziando le reti elettriche intelligenti, si favorisce l’utilizzo delle energie rinnovabili e l’efficienza energetica, con elevati standard di affidabilità e resilienza anche ai fenomeni meteo più severi.

Nell’ambito del progetto REPLICATE, nell’area pilota Piagge-Cascine-Novoli sono state installate nuove tecnologie che hanno migliorato le prestazioni della rete in termini di
affidabilità, efficienza di trasmissione, resilienza, qualità del servizio, consentendo di
abilitare anche servizi per i cittadini (connessione a fonti di energia rinnovabili FER,
ricarica veicoli elettrici, …).

smart grid

Verso il 2030

Questo è solo l’inizio. I prossimi anni saranno quelli decisivi per mettere a punto le azioni che aiuteranno a raggiungere l’obiettivo di ridurre le emissioni e trasformare Firenze in una città net-zero.

EFFICIENZA ENERGETICA

L’ottimizzazione dei consumi verrà estesa a tutti i siti di competenza del Comune (uffici, scuole, mercati, palazzi storici e monumenti, centri di aggregazione, teatri e cinema).

Particolare attenzione sarà dedicata all’Edilizia Residenziale Pubblica, grazie alla collaborazione ed accordi con Casa Spa.

Saranno promosse le riqualificazioni sostenibili, le tecnologie efficienti (pompe di calore, storage…) e l’uso di rinnovabili, a partire dalle comunità energetiche attualmente allo studio.

SERVIZI

Per abbassare le emissioni di gas serra, serviranno ulteriori interventi di illuminazione pubblica intelligente, di gestione intelligente delle acque e di riduzione e riciclo dei rifiuti.

Acqua: la produzione di energia idroelettrica sarà potenziata e le perdite di distribuzione dell’acqua saranno ridotte ulteriormente.

Rifiuti: sarà promossa la raccolta differenziata e l’economia circolare per il riutilizzo dei materiali.

Inoltre, sono in corso i lavori per la realizzazione di un moderno biodigestore anaerobico, un particolare contenitore in grado di trasformare la frazione organica dei rifiuti proveniente da raccolta differenziata – oltre che in compost – in biometano (biocarburante pulito e completamente rinnovabile). Il biometano potrà essere utilizzato direttamente come combustibile o immesso in rete gas nazionale.

Ogni anno, da 160.000 tonnellate di rifiuti organici si otterranno 25.000 tonnellate di compost e 11 milioni di metri cubi di biometano, con un potenziale energetico di 100 milioni di kWh/anno.

MOBILITÀ SOSTENIBILE

L’investimento più rilevante è quello previsto per il completamento delle linee della tramvia: l’obiettivo è di ridurre il numero di auto private nelle ore di punta del 13% per l’area metropolitana e del 18% per la città.

Oltre 50 milioni di euro provenienti dai fondi del PNRR  React-EU e della nuova programmazione 2021-2027 serviranno per l’acquisto di nuovi autobus ad emissioni zero/elettrici: 30 autobus entro il 2024 e complessivi 80 entro il 2026.

Una volta completato questo investimento, il servizio urbano sarà svolto da autobus di ultima generazione Euro 5 (20%), autobus Euro 6 (circa il 55%) e veicoli elettrici (circa il 25%).

Grande attenzione avranno anche la mobilità soft (bicipolitana, walking city…) e i servizi di sharing (auto e veicoli leggeri a due ruote come biciclette e monopattini per il Mobility as a Service) oltre alla logistica sostenibile e alla gestione integrata del traffico nella Smart City Control Room.

VERDE IN CITTÀ

Oltre 170 alberi in 10 spazi cementificati saranno piantati per migliorare la qualità dell’aria e per contrastare l’effetto delle isole di calore.

L’intervento si innesta sulla rivoluzione verde già in attuazione in città con i 30 ettari di infrastrutture verdi costruite o ristrutturate (fondi PON Metro 2014-2020 – React-EU).

Il Comune di Firenze ha inoltre in programma di piantare nuove aiuole su marciapiedi, parcheggi, spartitraffico, per offrire ombra alle pavimentazioni asfaltate e ai veicoli in sosta.

 

firenze_per_il_clima_img_newsletter

Iscriviti alla newsletter

Curata dal giornalista Ferdinando Cotugno